Nei dintorni

Bolgheri

Bolgheri, borgo fortificato al centro della Maremma Livornese, sulle ultime propaggini delle Colline Metallifere, è un angolo di storia.

Il caratteristico borgo si è sviluppato attorno al castello medievale che sorge su una modesta altura raggiungibile attraverso il suggestivo Viale dei Cipressi, strada lunga quasi cinque chilometri che ha inizio a valle, sulla via Aurelia, proprio dinanzi al settecentesco Oratorio di San Guido: il luogo è stato reso celebre dai versi di Giosuè Carducci.

Castagneto Carducci

Dolci colline, la campagna attraversata dalla Strada del Vino, boschi, pinete ombrose ed ampie spiagge lambite da un mare cristallino: è questo lo scenario che caratterizza il borgo storico di Castagneto Carducci.

Nel cuore della Costa degli Etruschi, Castagneto Carducci, splendido angolo di Toscana, viene ripetutamente premiato, con numerosi riconoscimenti italiani ed internazionali, per la sua straordinaria bellezza. La storia rivive nei borghi medievali e l’accoglienza offerta nelle aziende agrituristiche, negli alberghi e nei campeggi è calda e confortevole.

Baratti

Il golfo di Baratti, la Buca delle Fate, la Spiaggia Lunga e quelle di Cala Moresca, Perelli e Torre Mozza, sono solo alcuni dei tratti di questa costa, famosi per la loro bellezza incontaminata e per il fascino che li contraddistingue.

Spiagge di sabbia e insenature rocciose si susseguono per oltre 30 km, circondate da una vegetazione folta e profumata. I fondali sono ricchi di una flora e di una fauna così belle, da richiamare appassionati da tutto il mondo. Qui sono praticabili tutti gli sport marini, grazie anche alle scuole di vela, di surf, di sub, che sono presenti.

E’ possibile affittare imbarcazioni, prenotare gite in barca o con il taxi marino, anche di notte.

Baratti è, inoltre, un porto attrezzato ed un importante scalo per i diportisti e per coloro che si recano nelle isole.

Nello splendido Golfo di Salivoli, si affaccia un nuovissimo porto turistico, ideale riparo per tutti i tipi di imbarcazioni. Un attivo Centro di biologia marina organizza interessanti iniziative ed ospita un Acquario mediterraneo.

Populonia

Populonia fu città etrusca, uno dei più importanti centri del mondo antico per la lavorazione ed il commercio del ferro. Situato in cima ad una collina circondata dal mare, questo borgo ha un fascino indescrivibile.

Le mura medievali, costruite per la difesa dai pirati, e la Rocca, edificata nella prima metà del secolo xv, racchiudono vicoli lastricati, piccoli negozi ed un museo privato di reperti etruschi e romani, ritrovati nella zona ed in mare. Una strada, da cui si domina un meraviglioso panorama, congiunge Populonia al golfo di Baratti, dove sono presenti importantissime testimonianze di epoca etrusca.

Nel parco archeologico, che si estende per circa 80 ettari, visitabile attraverso sentieri organizzati, storia ed archeologia vivono in un paesaggio bellissimo ed incontaminato.

Di grande interesse la necropoli monumentale di San Cerbone, l’unica ad essere costruita sul mare, i resti degli edifici adibiti alla lavorazione dei metalli, la necropoli delle Grotte, con le antiche cave di pietra.

Isola d'Elba

L’Isola d’Elba è la più grande tra le isole che costituiscono l’arcipelago Toscano. Un microcosmo che offre molteplici opportunità: il mare e la costa possono variare da versante a versante con splendide spiaggie di sabbia, calette di ghiaia e golfi di acqua cristallina.

L’Elba però non è solo mare, relax e sport, l’Elba è anche storia. La sua posizione strategica e la ricchezza di minerali determinarono la sua importanza per le varie potenze che si affacciarono sul Mediterraneo. Nei musei locali troviamo tracce di Etruschi e Romani, che sfruttarono le sue miniere di ferro; miniere che si possono visitare ancora oggi grazie all’opera del Parco Minerario dell’Elba, nel versante orientale dell’isola.

Firenze

Dove l’arte risiede.

Una delle città più belle del mondo, ricca di storia e cultura, dove è impossibile non restare ammaliati.

Nel quartiere di Santa Croce c’è il cuore della città Firenze, la Piazza della Signoria, con Palazzo Vecchio e la Galleria degli Uffizi a breve distanza.

La Galleria, tra le più note raccolte d’arte del mondo, è un museo da ben cinquecento anni, poiché fu fondata dai Medici a questo scopo. Conserva capolavori di Giotto, Leonardo, Botticelli, Michelangelo, Piero della Francesca, Raffaello, Caravaggio e di molti altri. Il Corridoio Vasariano porta dagli Uffizi a Palazzo Pitti passando sopra Ponte Vecchio, il più antico ponte della città.

Se S. Croce rappresenta il cuore civile della città, il quartiere di S. Giovanni ospita il cuore religioso, ovvero il Duomo di S. Maria in Fiore con il Battistero. La cupola del Brunelleschi, il campanile di Giotto, le splendide porte del Ghiberti rendono la cattedrale fiorentina uno spettacolo indimenticabile.

Il quartiere di Santo Spirito in Oltrarno, caratteristico rione di artigiani, restauratori e antiquari, è invece il quartiere di Palazzo Pitti e del giardino di Boboli. Sulla collina di Boboli, tra il palazzo e il Forte Belvedere, si estende questo magnifico giardino all’italiana, con statue e fontane di splendida fattura.

Siena

La città di Siena (dichiarata dall’UNESCO un Patrimonio dell’Umanità), circondata dalla splendida campagna toscana, è una delle città più visitate e più amate dai turisti italiani e stranieri. Il visitatore rimane estasiato dalle piccole vie e piazze dove ancora è possibile trovare caratteristiche botteghe artigiane ed antiquari, nonché deliziosi negozi di souvenir.

Siena è celebre in tutto il mondo per le sue contrade che, di regola due volte l’anno, in Piazza del Campo si sfidano per la conquista del Palio, storica e sentitissima gara fra cavalli e fantini. Nei mesi di luglio ed agosto, in concomitanza con queste manifestazioni, nelle diverse contrade vengono organizzate feste e cene con musiche e balli, molte delle quali aperte anche al pubblico. La celebre Piazza del Campo, caratterizzata da questa sua particolare forma a conchiglia, è da sempre il fulcro della vitta cittadina, vi si affacciano il Palazzo Pubblico e la splendida Torre del Mangia.

Di particolare importanza le prelibatezze enograstronomiche del territorio senese, dai formaggi agli affettati ai pregiati vini.

Lucca

Lucca, splendida città d’arte della Toscana, è ancora oggi circondata dall’antica cinta muraria, che un tempo ne difendeva, oggi ne conserva i preziosi gioielli architettonici che s’incastonano sulla pianta cittadina come pietre preziose su un diadema.

Essendo posizionata sulla Via Francigena, ed ospitando un’importante reliquia religiosa come quella del Volto Santo, la città ne trasse soprattutto nel Medioevo grandi benefici, e crebbe ricca e prosperosa. Il glorioso passato si riflette oggi nell’abbondanza e nella bellezza dei suoi monumenti.

Immancabile la visita a Piazza Anfiteatro, che nella forma, oltre che nel nome, mantiene evidenti le sue origini, o alla Torre Guinigi, splendida quanto particolare con i suoi lecci piantati alla sommità.

Città delle cento chiese, una volta fortemente religiosa se ne contava realmente più di cento, restituisce al visitatore una pace ed una tranquillità difficilmente riscontrabile ai giorni d’oggi.

Pisa

Secondo una leggenda sarebbe stata fondata da alcuni mitici profughi troiani provenienti dall’omonima città greca di Pisa, posta un tempo nella valle del fiume Alfeo, nel Peloponneso.

Tra i monumenti più importanti della città vi è – nella celebre piazza del Duomo, dichiarata patrimonio dell’umanità – la Cattedrale costruita in marmo tra il 1063 e il 1118, in stile romanico pisano, con il portale in bronzo di san Ranieri di Bonanno Pisano e il pulpito di Giovanni Pisano. Nella piazza svetta la caratteristica Torre pendente, campanile del XII secolo, alta 56 metri, che acquisì la sua caratteristica inclinazione dieci anni dopo l’inizio della sua costruzione, oggi uno dei monumenti italiani più conosciuti al mondo.

Da notare la presenza di almeno tre torri inclinate: una, la più nota, appunto in piazza del Duomo; la seconda costituita dal campanile della chiesa di San Nicola, all’estremità opposta di via Santa Maria, vicino al Lungarno; la terza, a metà strada del viale delle Piagge (lungofiume situato nella parte est della città), è il campanile della chiesa di San Michele degli Scalzi (in questo caso anche la chiesa è pendente).